L’Amministrazione, proseguendo nelle azioni volte alla tutela e salvaguardia ambientale del nostro paese, ha deciso di intervenire sul depuratore.

Da anni esso scarica nel fiume Lusignolo, fuori tabella, determinando un aumento di fattori inquinanti delle sue acque. Da qui l’urgenza di interventi efficaci per fronteggiare il problema.

Dopo alcuni incontri con i responsabili dell’Ambito Territoriale (ATO), l’Amministrazione ha ottenuto che A2A realizzasse un primo intervento-tampone, in attesa di verificare la fattibilità economica per un nuovo depuratore.

L’intervento, già ultimato, a giorni verrà messo in funzione.

Esso ha comportato il posizionamento di due nuovi blocchi- depurazione per ottenere una tripla fase di depurazione, risolvendo così il grave problema degli scarichi inquinanti nel nostro fiume.

L’intervento, finanziato interamente da A2A. è superiore ai 300.000 €.

Precedente a quest’opera, l’Amministrazione ha sistemato, quest’estate, la fognatura della raccolta delle acque nere delle abitazioni di Via Castello e della zona del parcheggio dietro al Comune, raccogliendole in una vasca, posta sotto la sede stradale, per poi pomparle nella fognatura di Via Ferrazzi, evitando, in questo modo, lo scarico diretto nel Lusignolo.

Il lavoro è stato eseguito e finanziato da A2A per un importo superiore a 100.000 euro, oltre alla realizzazione di una “scogliera”, finanziata interamente da Regione Lombardia per circa 80.000 €, a sistemazione e protezione della sponda destra del Lusignolo, in prossimità del depuratore.

Articoli Recenti

Acqua fontanella via IV Novembre

L’Amministrazione ha agito con immediatezza, coscienza e responsabilità mentre la minoranza ha voluto, anche stavolta, gettare ombre e creare falsi allarmismi, inutili e controproducenti.Il pomeriggio del 27 agosto l’ATS scrive ad A2A (Società responsabile per la...

Share This